Parigi – Perché è sbagliato chiamarla “marcia repubblicana”.

La scelta di definire la marcia di Parigi una marcia “repubblicana” , stride e contrasta con lo spirito, ecumenizzante ed includente, annunciato come cardine e base dell’iniziativa.

L’etichetta dimostra, infatti, come intenzione dei promotori fosse quella di ribadire l’aderenza tra l’evento e i valori istituzionali francesi, appunto repubblicani, quando la kermesse ha visto la partecipazione anche di teste coronate (si pensi ai reali di Giordania) e quando l’Europa democratica include numerosi Paesi retti dalla forma istituzionale monarchica, alleati ed amici dello Stato francese.

Un errore di forma, che diventa di sostanza se sottoposto al vaglio dell’approfondimento razionale, mosso, forse, da quel sentimento bastiglista già dimostratosi pericoloso e fallimentare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...