Il centro-sinistra, tra punti di forza e debolezze: maneggiare con cura Giorgia Meloni

Se Berlusconi si dimostra grottescamente fermo agli anni ’90 (qui gioca forse un ruolo anche una certa debolezza senile), con l’uscita sul sudore, le braghe corte e le salsicce, Salvini conferma invece quella parabola declinante della sua comunicazione (sempre più orientata ad accorciare le distanze e guadagnare visibilità, ma in un modo che sfocia nel ridicolo) che è uno dei motivi della progressiva perdita di voti subita dal Carroccio negli ultimi anni. Tutto ciò potrebbe favorire il centro-sinistra, se saprà creare un fronte unitario, progressista e liberale, sul solco di quell’esperienza draghiana che ha ottenuto il favore della maggioranza degli elettori almeno secondo gli istituti demoscopici più autorevoli.

L’incognita, tornando alla comunicazione, è però rappresentata dalla vera big del campo avversario, ossia Giorgia Meloni. Se da un lato evocare la “paura nera” potrebbe servire a serrare i ranghi e ad ottenere il tanto agognato “voto utile”, dall’altro rischierebbe di fornire una sponda ideale a FdI; storicamente quel tipo di destra, come i populismi più in generale, gioca infatti molto bene in difesa, dove riesce ad accreditarsi quale unica e sola barriera ai “poteri forti” ed al “pensiero dominante” e per questo da essi odiata, ostacolata e ostracizzata.

Il centro-sinistra dovrà quindi cercare un punto di equilibrio, un “giusto mezzo” tattico-strategico per compattarsi senza servire assist decisivi ai rivali. La “gioiosa macchina da guerra” può insomma uscire dal garage, ma con il motore ben revisionato e l’elettronica aggiornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...