Vkontatke , Runet e i loro fratelli: la Russia e la cortina “digitale”

Secondo alcuni analisti il Kremlino sta creando un “nuovo” Muro, una nuova “cortina”, ma stavolta digitali, dietro cui confinare i propri cittadini. Gigantesche bolle e camere d’eco dove a regnare incontrastata è la narrazione dell’establishment, garantita da una censura verticale.

Un distopico mondo orwelliano strutturato ad esempio su Runet (una sorta di internet “sovrano”), su Ya Molodets (una versione russa di TikTok e YouTube), sul forse più noto Vkontatke (una versione russa di Facebook controllato per il 50% da Gazprom) o su Zelenograd (la versione russa della Silicon Valley).

Sviluppata soprattutto in risposta alle sommosse del 2011-2013, è una strategia alla quale si accompagnano forme di censura più tradizionali nei confronti dei siti di informazione ritenuti ostili e leggi come la N242-FZ e la N374-NZ che obbligano le compagnie telefoniche e i provider internet a conservare per almeno sei mesi i dati del traffico, i messaggi, i video e le foto degli utenti.

Le telecomunicazioni e le transazioni bancarie nel Paese (esiste anche Mir card, una Visa Mastercard autoctona) sono monitorate dal SORM, il Sistema di misure operative-investigative e dal DRS, il sistema di conservazione dei dati telefonici. Ogni telefonino venduto in Russia ha inoltre già installate le applicazioni yandex.ru e mail.ru, anch’esse riconducibili alle autorità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...