Il “caso” Vendola, le donne “sfruttate” e quello strisciante maschilismo.

vendola-testa-ansa

L’idea secondo cui una donna che offre il proprio utero in “locazione” (surrogazione di maternità) debba necessariamente essere sfruttata e/o costretta da una situazione economico-sociale avversa, muove da un impianto teorico classista-borghese e, prima di tutto, sessista-maschilista.

In buona sostanza, si procede secondo l’ideale tradizionalista e reazionario che, identificando e ingabbiando la donna nello stereotipo materno-focolaristico, non ammette e concepisce variazioni e distacchi rispetto a tale percorso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...