Il Green Pass e quelle ambiguità che spaventano

Al netto di ogni valutazione di natura costituzionale e giuridica, il Green Pass avrebbe una sua logica ed una sua utilità, dal punto di vista sanitario e politico, se inserito in un progetto razionale, responsabile e realistico, che punti al ritorno alla normalità per gli immunizzati e una volta coperti quanti più “fragili” possibile.

Se invece l’obiettivo è arrivare o avvicinarsi al chimerico “rischio zero” (come ventilato da Roberto Speranza, Gualtiero “Walter” Ricciardi e altri), continuando ad “inseguire” i semplici positivi e assegnando al loro numero la stessa importanza di quello dei morti e degli ospedalizzati, allora, con i vaccini oggi disponibili, il Green Pass diventerebbe carta buona per le uova o il pesce (in parte è già così).

La titubanza di molti, che ancora non hanno deciso se vaccinarsi o meno, nasce anche da questa ambiguità, da questo equivoco di fondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...