Il Corriere della Sera e quell’assist ai no-vax

Ugo Scardigli, morto a Caserta: l’operatore sanitario era stato vaccinato con richiamo. «Colpito dalla variante inglese»

Così il Corriere della Sera, fino a quando proseguendo la letura non si legge che il povero Scardigli (forse l’uomo aveva anche delle patologie pregresse) “si era ammalato prima che il vaccino producesse abbastanza anticorpi”.

Quello che viene considerato il più prestigioso e autorevole giornale italiano fa quindi un’operazione di bassa, bassissima, disinformazione, giocando sugli equivoci per un pugno di click. Ma, ciò che è peggio, lo fa mettendo in dubbio la validità dei vaccini disponibili (“motivo per cui ieri si è nuovamente riaperto il dibattito sull’efficacia dei sieri attualmente in circolazione”), offrendo così un assist a complottisti e no-vax e rischiando di destabilizzare, ulteriormente, il Paese.

Un atteggiamento oltremodo irresponsabile e deontologicamente scorretto, volendo essere contenuti e benevoli.

Nota: la notizia è stata riportata, con gli stessi toni, anche da altri giornali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...