Il Coronavirus e la propaganda di guerra (in tempo di pace)

virusBenché la situazione che stiamo vivendo non sia paragonabile, e questo al di là di una fin troppo facile e suggestiva retorica, ad una guerra intesa quale conflitto armato, le scelte comunicative del vertice presentano alcuni elementi tipici della propaganda bellica*.

 

Più nel dettaglio:

 

-lo Stato-Governo-Presidente del Consiglio intesi come estensioni e rappresentazioni della figura paterna

-il rally round the flag

-il nemico comune (il virus)

-il nemico comune come soggetto imprevedibile, anti-convenzionale, invisibile, subdolo e capace di tutto

-la “giusta causa”, cioè la bontà e la necessità delle nostre scelte (la quarantena)

-il reclutamento di figure appartenenti allo “star system” per veicolare il messaggio governativo-istituzionale

-il ricorso alla paura (si pensi alle foto delle bare** e soprattutto a quella dei camion militari a Bergamo, sulla cui filiera diffusiva sarebbe interessante una ricognizione investigativa approfondita)

-la demonizzazione del dissenso (chi esprime dubbi in merito al “lockdown” è accusato di egoismo, irresponsabilità e di volersi introdurre in ambiti per i quali non ha competenze)

 

*propaganda “verticale”, ovvero creata da gruppi di potere, e “grassroots”, ovvero diretta al “grass”, il “prato”, l’uomo comune

**le foto delle bare di migranti morti in mare nel 2013 sono state riciclate e fatte passare per quelle di bergamaschi uccisi dal Coronavirus

 

Approfondimento

La propaganda di guerra in senso stretto è ben descritta e riassunta in queste terzine dal sociologo Ragnedda:

A) Ricorso alla paura e identificazione del nemico
1) demonizzazione del nemico
2) Uso da parte del nemico di armi letali e non convenzionali
3) Guerra in risposta al nemico e non come attacco

B) Bontà delle nostre guerre
1) Soccorrere una nazione o un popolo
2) Giusta causa
3) Estendere la democrazia

C) Sostegno alla giusta causa
1) Sostegno dal di fuori: internazionale
2) Sostegno dall’interno. intellettuali ed artisti
3) Sostegno dall’alto: divino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...